Fase di progettazione

La fase di progettazione del laghetto è ovviamente la fase più importante, quella che ci permette di gettare le basi per la realizzazione di un laghetto perfetto sotto ogni punto di vista. Le analisi che devono essere effettuate in questa fase sono essenzialmente due:

  • analisi del terreno

  • analisi della vegetazione

Analisi del terreno

Laghetto per il giardinoL’analisi del terreno ci permette di comprendere quale sia il punto migliore del giardino in cui inserire il laghetto. Nella zona in cui vogliamo posizionare il laghetto non deve infatti passare alcun tipo di tubi e non devono essere presenti cantine, garage o box nella zona sottostante. Se infatti il terreno posizionato sotto al laghetto dovesse cedere potrebbero esserci delle infiltrazioni di acqua in questi ambienti.

Analisi della vegetazione

L’analisi della vegetazione presente nel giardino invece deve essere considerata un’analisi prettamente estetica. I laghetti riescono a dare maggiore luminosità al giardino se vengono posizionati in zone soleggiate o comunque non del tutto in ombra. È quindi consigliabile scegliere sempre una zona lontana da alberi o cespugli di grandi dimensioni.

Dopo aver scelto il punto esatto in cui posizionare il laghetto è necessario decidere quale forma e quali dimensioni dargli. Questi elementi devono ovviamente essere scelti in base ai propri gusti personali e allo spazio che si ha a disposizione. È necessario però ricordare di creare un laghetto abbastanza ampio se si vuole arricchirlo con animali o piante. Si consiglia sempre di effettuare un piccolo schizzo su un foglio da poter seguire poi durante la fase di scavo.

La profondità dei laghetti artificiali di questo tipo è solitamente di 60 cm considerando sempre uno scarto di 10 cm tra la sua profondità reale e la profondità dello scavo. Ovviamente però queste sono solo delle indicazioni che possono anche essere modificate senza difficoltà a seconda dei propri gusti e delle propria esigenze personali.

Come effettuare lo scavo per il laghetto, preparare il fondo e abbellire il tutto

Prima di effettuare lo scavo è necessario pulire il terreno in modo adeguato:

  • eliminare le radici

  • eliminare le foglie

  • eliminare le pietre

Lo scavo può essere effettuato con l’ausilio di una semplice pala.

Una volta terminato lo scavo si deve gettare uno strato di sabbia sul fondo. Sopra allo strato di sabbia si può poi posizionare il telo da bloccare sul fondo direttamente con delle pietre di medie dimensioni. Sia la sabbia che il telo migliori per la realizzazione dei laghetti artificiali possono essere acquistati direttamente presso i negozi di fai da te dove il personale qualificato può aiutarvi a scegliere quelli più adatti per le vostre specifiche esigenze.

In alternativa è ovviamente possibile anche acquistare un laghetto prefabbricato in vetroresina. In questo caso è necessario effettuare uno scavo della forma del laghetto che avete acquistato seguendo le stesse modalità sino ad ora descritte, adagiare il laghetto al suo interno e rifinire i contorni.

A questo punto non resta che aggiungere l’acqua al laghetto. Il laghetto è così pronto per essere abbellito con varie tipologie di piante siano esse piante subacquee, piante semi-galleggianti o piante galleggianti.

Possono poi essere aggiunti anche pesci di varia tipologia tra cui quelli senza dubbio migliori sono i pesci rossi.

È giusto ricordare però che le piante e i pesci necessitano che il laghetto venga sottoposto a continue opere di manutenzione affinché sia possibile offrire loro un habitat sano in cui crescere e svilupparsi nel miglior modo possibile.



Ulteriori Articoli che potrebbero interessarti:

  1. Giardino – Impariamo a farlo “fruttare”
  2. Come coltivare i carciofi nel proprio giardino di casa
  3. Come scegliere le piante per il nostro giardino
  4. Il Giardino e i suoi vantaggi
  5. La coltivazione del melo – Consigli su come coltivare, potare e curare il melo