Quali vernici isolanti adoperare

VerniciarePrima di  verniciare dobbiamo attenerci a questa piccola regola:
Applicare una prima mano di vernice per isolare la superficie.

Le vernici isolanti sono di diverso tipo (attenzione a non utilizzare le vernici in piombo poiché altamente tossiche e quindi dannose per la salute):

  • vernice a base d’olio se stiamo verniciando il legno,
  • vernice a base di alluminio per legno resinoso,
  • vernice a base di metallo per i metalli,
  • vernice al cromato di zinco per superfici zincate, d’alluminio o acciaio zincato preferendo vernici al metaplumbato di calcio se le superfici in questione sono nuove.

Verniciamo

Prima di  verniciare dobbiamo attenerci a questa piccola regola: procuratevi dell’attrezzatura adeguata e sicura!
Mescoliamo con un bastoncino, o meglio con il mescolatore del trapano, la nostra vernice (tranne se è di tipo gel o tissotropica) eliminando l’eventuali pellicole presenti su di essa senza cercare di mescolarla alla vernice stessa.

Per capire se la vernice è pronta per l’utilizzo si può eseguire questo semplice test: se la vernice cola in modo uniforme dalla punta del nostro bastoncino o dal mescolatore a trapano allora essa risulta pronta per poter essere utilizzata. Altrimenti continuate a mescolare! Se ritenete che la vernice è troppo densa potete aggiungere del solvente.

Quando verniciamo il legno il sistema migliore è quello di stendere almeno 4 mani di vernice lasciando asciugare la prima mano per almeno 2 giorni (48 ore).  Pennellate seguendo questa sequenza formata da 4 semplici movimenti che vi garantirà una stesura uniforme della vernice:

  • pennellate in alto
  • in basso
  • in diagonale
  • in trasversale.

Dopo ogni mano (tranne l’ultima), prima di passare alla mano successiva, dovremmo raschiare la superficie con carta vetrata a grana media per permettere alla vernice di aderire al meglio alla superficie. L’asciugatura della mano finale dovrebbe aggirarsi intorno alle 20 ore!

Prestate, nella fase della mano finale, molta attenzione ai segni lasciati dal pennello perché conferiranno alla superficie un’aspetto antiestetico.

Cercate di lavorare alla luce del sole per meglio controllare sbavature ed errori cercando di dare una pennellata alla volta in maniera trasversale per conferire una finitura regolare. Inoltre lavorate senza sosta per evitare che si formino linee di demarcazione.



Ulteriori Articoli che potrebbero interessarti:

  1. Come verniciare – Preparazione della superficie
  2. Come verniciare – scegliere e pulire i pennelli
  3. Le vernici impregnanti per il legno – Quando e come utilizzare le vernici impregnanti
  4. La Pittura – I trucchi del mestiere anche nell’arte del bricolage